E Padova invita i cercatori di verità.

Articolo tratto da: “Avvenire” mercoledì 03 ottobre 2007

CULTURA E RELIGIONE

E Padova invita i cercatori di verità.

Il vademecum dell’uomo di oggi, che si misura con una cultura multietnica sempre più ampia, complessa e in profondo cambiamento, potrebbe venire da una frase di Leonardo da Vinci: “più conoscenza per più amare”. Ma talvolta mancano i luoghi appropriati per approfondire una conoscenza che viene sempre più spesso surrogata da una comunicazione che non pone più al proprio centro la categoria della verità. E’ a partire da questa convinzione che “Filosofia di Vita”, nata allo scopo di favorire questo approccio al sapere scevro dalle molte mistificazioni contemporanee, propone un ciclo di conferenze sotto un titolo che è anche un gioco di parole: «Inattesa Verità in attesa». Ad aprire le danze è stato invitato il filosofo Vincenzo Vitello che il 26 ottobre parlerà del rapporto fra verità e mistero. Seguiranno con cadenza settimanale Carlo Sini, Umberto Curi, Francesco Bandini e Brunetto Chiarelli; chiuderà il ciclo il 26 novembre Enzo Bianchi con una conferenza incentrata sul versetto del Vangelo di Giovanni: «Io sono la Via, la Verità e la Vita».