Biografia e bibliografia di Enzo Bianchi

VITA

Enzo Bianchi (Castel Boglione, Asti, 3 marzo 1943) è un monaco italiano, fondatore e attuale priore della Comunità monastica di Bose.
Durante gli anni universitari, anima con i suoi amici, di diversa confessione cristiana, uno dei primi gruppi biblici che, sulla scorta del Concilio Vaticano II, nascevano come riscoperta di una vita cristiana radicale fondata sull'ascolto del Vangelo. Questa esperienza, tra le altre, fa maturare in lui il desiderio della vita monastica.
Dopo la laurea all'università di Torino, si ritira in solitudine in una cascina, nella frazione di Bose (Magnano, Biella), sistemata con alcuni degli amici con cui aveva condiviso gli anni di studio.

Resterà solo per i primi tre anni, a partire dall'8 dicembre 1965, data da lui scelta per segnare l'inizio della sua esperienza, nel giorno in cui ha termine la celebrazione del Concilio.
Arrivano poi i primi fratelli e sorelle, cattolici e protestanti, che con lui iniziano la vita in comune, nel celibato, nella preghiera e nel lavoro. La comunità viene approvata dal vescovo diocesano, che raccoglie le prime professioni monastiche.
Dopo il consolidamento della comunità, nel corso degli anni Enzo Bianchi dedica il suo ministero soprattutto alla predicazione, in comunità, ma anche nelle Chiese locali, cattoliche, protestanti e ortodosse. Molto feconda è anche la sua attività come pubblicista d tematiche religiose e di attualità contemporanea, sui giornali La Stampa, Avvenire, Panorama, Famiglia Cristiana, Monachesimo moderno, Novae Ecclesiae e, in Francia, La Croix e La Vie.
Dirige inoltre la rivista Parola, Spirito e Vita ed è membro della redazione della rivista internazionale di teologia Concilium.

OPERE

Autore di molte opere, pubblicate presso l'editrice della comunità Qiqajon o presso i principali editori italiani e stranieri. Tra i libri più importanti:Il radicalismo cristiano (1980);Pregare la parola (1990);Adamo, dove sei? Commento a Genesi 1-11 (1994);Altrimenti. Credere e narrare il Dio dei cristiani (1998);L'Apocalisse di Giovanni (1999);Nuove apocalissi. La guerra in Iraq, l'Islam, l'Europa e la Barbarie (2003);Cristiani nella società (2003);Lessico della vita interiore (2004);La differenza cristiana (2006).
L'attività di pubblicista di Enzo Bianchi, oltre a numerosi interventi occasiona li, si svolge attualmente in modo regolare con le seguenti testate:
Opinionista e recensore per i quotidiani La Stampa e Avvenire Membro del comitato scientifico del mensile Luoghi dell'infinito Titolare di una rubrica fissa su Famiglia Cristiana Collaboratore e consulente per il programma "Uomini e profeti" di Radiotre Collaboratore dei periodici francesi Panorama e La Vie e del quotidiano La Croix Fin dall1nizio della sua esperienza monastica, Enzo Bianchi ha coniugato la vita di preghiera e di lavoro in monastero con un'intensa attività di predicazione e di studio e ricerca biblico-teologica che l'ha portato sia a tenere lezioni, conferenze e corsi in Italia e all'estero (Canada, Giappone, Indonesia, Hong Kong, Bangladesh, ex-Zaire, Ruanda, Burundi, Etiopia, Algeria, Egitto, Libano, Israele, Portogallo, Spagna, Francia, Belgio, Paesi Bassi, Svizzera, Germania, Ungheria, Turchia), sia a pubblicare un consistente numero di libri e di articoli su riviste specializzate, italiane ed estere (Collectanea Cisterciensia, Vie consacrée, La Vie Spirituelle, Cistercium, American Benedictine Review).

PENSIERO

Il suo pensiero coglie l’essenza del Cristianesimo nelle fede individuale, che si esprime nel rapporto con Dio e nel confronto costruttivo fra l’uomo e i suoi simili in nome dell’amore e della volontà di conoscersi e di aiutarsi.
Gli interessi dell’autore e i problemi che egli affronta e tratta sono molto vari e presentano aspetti pedagogici, assistenziali, contemplativi, esegetici, psicoattitudinali nonché argomenti di vita religiosa dei preti, dei vescovi, delle parrocchie,temi liturgici, rapporti con altre religioni come l’Islamismo e i culti orientali.

Per saperne di più, visita il sito...