Biografia e bibliografia di Vincenzo Vitiello

VITA

Vincenzo Vitiello (Napoli 1935) si è laureato all'Università "Federico II" di Napoli in Giurisprudenza, discutendo una tesi di Filosofia del diritto sul tema: "Libertà e giustizia nel pensiero di Benedetto Croce". Nell'anno accademico 1960-61 ha frequentato come borsista i corsi dell'Istituto Italiano per gli Studi Storici. Nel 1970 ha conseguito la libera docenza in Filosofia Teoretica. Ha insegnato Estetica all'Università dell'Aquila, come professore incaricato, presso la Facoltà del Magistero, dal 1971 al 1976, e Filosofia, dal 1974 al 1976. Dal.1977 all 1979 ha insegnato Storia della filosofia moderna e contemporanea nella Facoltà di Magistero dell'Università di Salerno.

Dal 1980 è professore ordinario di Filosofia teoretica presso il Magistero dell'Ateneo salernitano. Relatore ufficiale allo Stuttgarter-Kongress, organizzato nel 1981 dalla Internationale Hegel-Vereinigung, e alla Internationale Heidegger-Tagung di Messkirch nel 1989, Vitiello ha tenuto conferenze e cicli di lezioni in diverse Università tedesche (Berlin, Oldenburg, Osnabrück, Erlangen), e spagnole (Madrid, Valencia, Sevilla, San Sebastian, Murcia, Granada). Nel 1994 ha tenuto un seminario all'Università di Chapingo del Messico.

 
 
 
OPERE
 
Storiografia e storia nel pensiero di Benedetto Croce, Libreria Scientifica Editrice, Napoli, 1968; Heidegger: il nulla e la fondazione della storicità, Argalia, Urbino, 1976; Dialettica ed Ermeneutica: Hegel e Heidegger, Guida, Napoli, 1983; Utopia del nichilismo, Guida, Napoli, 1983; Ethos ed Eros in Hegel e Kant, ESI, Napoli, 1984; Bertrando Spaventa ed il problema del cominciamento, Guida, Napoli 1990; Topologia del moderno, Marietti, Genova, 1992; La voce riflessa. Logica ed etica della contraddizione, Lanfranchi, Milano, 1994; Elogio dello spazio. Ermeneutica e topologia, Bompiani, Milano, 1994; Cristianesimo senza redenzione, Laterza, Roma-Bari, 1995; Non dividere il sì dal no. Tra filosofia e letteratura, Laterza, Roma-Bari, 1996. E' condirettore della Rivista di filosofia "Paradosso". Collabora all'annuario Filosofia edito da Laterza, ad "Aut Aut", a "Il Pensiero", a "ER. Revista de Filosofia" (Sevilla), al "Celan-Jahrbuch" (Heidelberg). La favola di Cadmo,Roma-Bari 1998.Vico e la topologia, Cronopio, Napoli 2000; La vita e il suo oltre. Dialogo sulla morte (in collaborazione con Bruno Forte), Roma 2001; Il Dio possibile, esperienze di cristianesimo, Città Nuova, Roma 2002; Hegel in Italia, Milano 2003; Dire Dio in segreto, Roma 2005; Cristianesimo e nichilismo, Brescia 2005.
 

PENSIERO

Studioso dell'idealismo classico tedesco, e di Nietzsche e Heidegger, in stretto rapporto con il pensiero greco e la tradizione neo-platonica e cristiana (Plotino ed Agostino, in particolare), Vincenzo Vitiello ha concentrato la sua ricerca su alcune questioni teoriche di fondo, quali l'interpretazione del tempo, il concetto della "differenza", il rapporto dialettica-ermeneutica, la dottrina del giudizio, pervenendo all'elaborazione di una propria teoria ermeneutica, la "Topologia", fondata sulla reinterpretazione del concetto di spazio. In tempi più recenti ha esteso l'ambito della sua ricerca ai temi della religione e dell'arte, come attestano le sue ultime pubblicazioni.

Per saperne di più, viita il sito...